SAPER RINGRAZIARE

Luca 17,11-19 .

Lungo il cammino verso Gerusalemme, Gesù attraversava la Samarìa e la Galilea.
Entrando in un villaggio, gli vennero incontro dieci lebbrosi, che si fermarono a distanza e dissero ad alta voce: «Gesù, maestro, abbi pietà di noi!». Appena li vide, Gesù disse loro: «Andate a presentarvi ai sacerdoti». E mentre essi andavano, furono purificati.
Uno di loro, vedendosi guarito, tornò indietro lodando Dio a gran voce, e si prostrò davanti a Gesù, ai suoi piedi, per ringraziarlo. Era un Samaritano.
Ma Gesù osservò: «Non ne sono stati purificati dieci? E gli altri nove dove sono? Non si è trovato nessuno che tornasse indietro a rendere gloria a Dio, all’infuori di questo straniero?». E gli disse: «Àlzati e va’; la tua fede ti ha salvato!».


La domanda di Gesù “gli altri nove dove sono?” ci coglie un po’ di sorpresa. Ci sembra un Gesù irritato, un po’ permalosetto (in fondo, mica si fa il bene per ricevere un grazie!). A dire la verità, anche un po’ ingiusto, perché probabilmente stavano facendo esattamente quello gli aveva chiesto di fare: “Andate a presentarvi ai sacerdoti”…
In realtà lo scopo di Gesù è un altro: invitarci a riconoscere con gratitudine i doni di Dio.
È la gratitudine che fa la differenza. Infatti il mondo forse potremmo dividerlo non tra credenti e non credenti, non tra bianchi e neri, non tra poveri e ricchi, ma tra chi è capace di gratitudine e chi dà per scontato.
Il vero miracolo non è essere guariti ma essere grati. È proprio la constatazione di questa gratitudine che dona a questo lebbroso molto di più di una guarigione, gli dona la salvezza: “Àlzati e va’; la tua fede ti ha salvato”.
Da qui una lezione preziosa: la buona riuscita della vita non dipende dalle condizioni sociali, dalla razza, dall’appartenenza, dal patrimonio, ma da quanto un uomo sia o meno capace di gratitudine, che altro non è che la capacità di accorgersi di ciò che conta.

Quanti motivi ci sono, ogni giorno, per ringraziare il Signore! Riconosciamo tutti i doni che il Signore ci fa, e torniamo a Lui con gratitudine?

Buona giornata!
le sorelle clarisse