Menu Chiudi

UNA STRADA IMPREVEDIBILE

Giovanni 3,1-8 .

Vi era tra i farisei un uomo di nome Nicodèmo, uno dei capi dei Giudei. Costui andò da Gesù, di notte, e gli disse: «Rabbì, sappiamo che sei venuto da Dio come maestro; nessuno infatti può compiere questi segni che tu compi, se Dio non è con lui». Gli rispose Gesù: «In verità, in verità io ti dico, se uno non nasce dall’alto, non può vedere il regno di Dio».
Gli disse Nicodèmo: «Come può nascere un uomo quando è vecchio? Può forse entrare una seconda volta nel grembo di sua madre e rinascere?». Rispose Gesù: «In verità, in verità io ti dico, se uno non nasce da acqua e Spirito, non può entrare nel regno di Dio. Quello che è nato dalla carne è carne, e quello che è nato dallo Spirito è spirito. Non meravigliarti se ti ho detto: dovete nascere dall’alto. Il vento soffia dove vuole e ne senti la voce, ma non sai da dove viene né dove va: così è chiunque è nato dallo Spirito».


Nicodemo è incuriosito da Gesù, ma ha paura. Teme il giudizio impietoso dei suoi amici farisei, perciò va da Gesù di notte. Quante persone ci sono come lui! Spaventate dal giudizio degli altri, intimorite nel definirsi “credenti”, o peggio “cattolici”! Persone che pensano di apparire antiquate rispetto ad una presunta modernità che, bene o male, relega il fattore religioso negli “interessi” personali.
Ma Gesù accoglie ugualmente Nicodemo e gli riserva una catechesi straordinaria: “Il vento soffia dove vuole e ne senti la voce, ma non sai da dove viene né dove va: così è chiunque è nato dallo Spirito”. Quasi a dire che, un cristiano, quando è tale, è imprevedibile, originale, non calcolabile, perché è guidato dalle logiche di Dio che superano tutte le aspettative umane, e tutti i mediocri calcoli d’interesse.
Mentre chi non è nato dallo Spirito è come Nicodemo: politicamente corretto, ma anche banale, prevedibile, pauroso. Chi non ha il coraggio di credere in Gesù alla luce del giorno, allora di notte potrà solo fare domande di cui non capirà mai la risposta.
La vita nello Spirito, non ristagna, non sa di stantio, non rinchiude nel passato: è una ventata d’aria fresca, è una strada imprevedibile, non ancora percorsa. Un’altra occasione.

“Signore, manda il tuo Spirito a guidare i miei passi incerti e a sostenermi nelle difficoltà?”

Buon inizio di settimana!