Menu Chiudi

IN FILA CON I PECCATORI

Matteo 3,13-17 .

In quel tempo, Gesù dalla Galilea venne al Giordano da Giovanni, per farsi battezzare da lui. 
Giovanni però voleva impedirglielo, dicendo: «Sono io che ho bisogno di essere battezzato da te, e tu vieni da me?». Ma Gesù gli rispose: «Lascia fare per ora, perché conviene che adempiamo ogni giustizia». Allora egli lo lasciò fare.
Appena battezzato, Gesù uscì dall’acqua: ed ecco, si aprirono per lui i cieli ed egli vide lo Spirito di Dio discendere come una colomba e venire sopra di lui. Ed ecco una voce dal cielo che diceva: «Questi è il Figlio mio, l’amato: in lui ho posto il mio compiacimento».


Davvero Dio si lascia incontrare nei luoghi e nelle occasioni più impensabili. Anzi: proprio dove uno mai si aspetterebbe di trovarlo, lì avviene l’incontro. A volte decisivo.
Sì, Dio è così: ama stupire, ribaltare, meravigliare.
Chissà cosa hanno pensato i penitenti sulle rive del Giordano. Riconoscendosi peccatori e bisognosi di conversione si erano messi in fila davanti a Giovanni per ricevere il suo battesimo. Peccatori tra i peccatori mai avrebbero immaginato di trovare lì, in fila al loro fianco, l’atteso Messia!
Non nel tempio tra fiumi di incenso, non onorato da re e potenti, non con un carro di fuoco che scende dal cielo, ma in fila con i peccatori: così Dio gira le carte in tavola.
La prima mossa pubblica di Gesù svela la scelta radicale e spiazzante della solidarietà con il suo popolo: Gesù si mette in fila con i peccatori senza corsia preferenziale.
A questa scelta di solidarietà Gesù rimarrà fedele per tutta la sua vita, fino alla Croce: in fila con i peccatori al Giordano, crocifisso in mezzo a loro sul Calvario.
Dio è così, è proprio così come Gesù sta iniziando a svelare! Coraggio! Cerchiamolo o lasciamoci trovare là dove Lui ha scelto di incontrarci.
In quella promessa impegnativa, in quella ferita che ancora fa male, nella preghiera quotidiana e attenta, in quell’anziano da assistere, nella fatica di scegliere, nella vicina di casa che ti chiede un favore…

Dio, Padre buono, voglio ringraziarti per il dono del Battesimo, per mezzo del quale sono divenuto tuo figlio e tempio vivo dello Spirito Santo. Conserva in me la fede, la speranza e la carità, e concedimi di essere fedele alla tua legge per tutta la vita. Amen.

Buona festa del Battesimo!