Menu Chiudi

OCA PITO!

Giovanni 16,29-33 .

In quel tempo, dissero i discepoli a Gesù: «Ecco, ora parli apertamente e non più in modo velato. Ora sappiamo che tu sai tutto e non hai bisogno che alcuno t’interroghi. Per questo crediamo che sei uscito da Dio». Rispose loro Gesù: «Adesso credete? Ecco, viene l’ora, anzi è già venuta, in cui vi disperderete ciascuno per conto suo e mi lascerete solo; ma io non sono solo, perché il Padre è con me. Vi ho detto questo perché abbiate pace in me. Nel mondo avete tribolazioni, ma abbiate coraggio: io ho vinto il mondo!».


C’è sempre da aver paura quando ci balena per la mente il pensiero: “Ho capito tutto!”. E’ sempre portatore di qualche mazzata che sta per caderci addosso. Molte volte, proprio quando tutto ci sempre chiaro, un istante dopo cambiano le carte in tavola e piombiamo nella confusione più totale.
È questo il motivo per cui Gesù, davanti alla presunzione dei discepoli di aver capito tutto, risponde: “Ecco, viene l’ora in cui vi disperderete e mi lascerete solo…”. Ed effettivamente qualche minuto dopo i discepoli scapperanno quasi tutti e cadranno in un immenso sconforto che li terrà lontani da Gesù e dalla Sua Croce.
Il Vangelo ci racconta questo affinché non siamo impreparati davanti a simili situazioni.
Con la facilità con cui diciamo “Abbiamo capito tutto” e poi cadiamo, dobbiamo anche trovare l’umiltà di rimetterci in piedi e soprattutto in cammino.
Ed è Gesù stesso che ci rassicura e ce ne da un validissimo motivo: “Nel mondo avete tribolazioni, ma abbiate coraggio: io ho vinto il mondo!”. Che tradotto significa: “A volte non ci capirete nulla, ma ricordatevi almeno che io ho già vinto”.

“Signore, salvaci dalla presunzione di tenere in mano la nostra vita e concedici di sperimentare il tuo aiuto nella nostra fragilità.”

Buona settimana!